Pages Menu
RssFacebook

Postato on ago 8, 2014 in via di francesco | 0 commenti

Mozione sul tavolo tecnico per l’insediamento urbanistico delle stazioni radiobase (Pescara – Consiglio comunale del 8 agosto 2014)

Mozione sul tavolo tecnico per l’insediamento urbanistico delle stazioni radiobase (Pescara – Consiglio comunale del 8 agosto 2014)

QUELLA CHE SEGUE È LA TRASCRIZIONE INTEGRALE DELLA MOZIONE SUL TAVOLO TECNICO PER L’INSEDIAMENTO URBANISTICO DELLE STAZIONI RADIOBASE (PESCARA – CONSIGLIO COMUNALE DEL 8 AGOSTO 2014)

Città di Pescara
MOZIONE

Premesso che

Con delibera consiliare n. 144 del 21 giugno 2004 il Comune di Pescara si è dotato del Regolamento per l’insediamento urbanistico delle Stazioni Radio Base, che regola l’installazione delle antenne di telefonia mobile sul territorio comunale;

Considerato che
da tale data la tecnologia che regola la ricezione della telefonia mobile ha subito profonde innovazioni e richiede un aggiornamento costante dei dispositivi;

Preso atto
che a differenza del 2004, il mercato della telefonia mobile conta, oggi, su un numero ampio di operatori che rivendicano l’esigenza di offrire alla propria clientela un servizio costantemente adeguato alle richieste di tecnologia, velocità di connessione e copertura del campo;

Considerato
che la Direttiva 2001/42/CE nell’articolo 1 pone la Valutazione Ambientale Strategica (VAS) come strumento per «garantire un elevato livello di protezione dell’ambiente e di contribuire all’integrazione di considerazioni ambientali all’atto dell’elaborazione e dell’adozione di piani e programmi al fine di promuovere lo sviluppo sostenibile, assicurando che, ai sensi della presente direttiva, venga effettuata la valutazione ambientale di determinati piani e programmi che possono avere effetti significativi sull’ambiente», gli stati membri avrebbero dovuto recepire la Direttiva entro il 21 luglio del 2004. L’Italia ha recepito la Direttiva in ritardo nella parte seconda dal Decreto Legislativo n. 152 del 03/04/2006 entrata in vigore il 31 Luglio 2007, modificato e integrato dal D. Lgs. 16 gennaio 2008, n. 4, e nuovamente modificata dal D. Lgs. 29 giugno 2010, n. 128 pubblicato nella Gazz. Uff. 11 agosto 2010, n. 186 dunque ampiamente dopo l’approvazione del Regolamento del Comune di Pescara; e che all’art. 6 (oggetto della disciplina) c. 2 il D.lgs. 3 aprile 2006, n. 152 e ss. mm. ii prescrive l’assoggetta mento a Valutazione Ambientale Strategica (VAS) «per tutti i piani e i programmi:

a) che sono elaborati per la valutazione e gestione della qualità dell’aria ambiente, per i settori agricolo, forestale, della pesca, energetico, industriale, dei trasporti, della gestione dei rifiuti e delle acque, delle telecomunicazioni, turistico, della pianificazione territoriale o della destinazione dei suoli, e (…)>>

Considerato
che parallelamente alle esigenze del mercato è cresciuta anche la sensibilità della popolazione, che anche attraverso comitati spontanei sorti nella città di Pescara chiede trasparenza nell’accesso agli atti, partecipazione nel processo decisionale, regolamentazione puntuale nelle concessioni e monitoraggio costante delle emissioni, e che proprio a Pescara è attivo un Comitato spontaneo nato attorno alprocedimento di autorizzazione rilasciato in Strada Valle Furci, attualmente in giudizio di fronte al TAR, e che chiede con forza di sottoporre il Regolamento e i Programmi annuali a Valutazione Ambientale Strategica ai sensi del D. Lgs.4/2008 e ss. mm. ii;

Il CONSIGLIO COMUNALE
impegna il Sindaco e la Giunta a convocare un Tavolo tecnico con la partecipazione di tutti gli attori, ivi compresi i rappresentanti dei comitati regolarmente costituiti, al fine di redigere un nuovo Regolamento per l’insediamento urbanistico delle Stazioni Radio Base,che recepisca le novità normative e legislative e si ponga l’obiettivo di garantire l’accesso all’informazione senza sacrificare il diritto dei cittadini alla tutela della salute e del patrimonio paesaggistico; impegna altresì il Sindaco e la Giunta a farsi promotore, nell’ambito delle proprie competenze, di un’azione congiunta con altri Comuni e con la Regione Abruzzo affinché si giunga ad una revisione delle normative regionali e nazionali attualmente in vigore.
Piero Giampietro


PRESIDENTE BLASIOLI
Possiamo passare adesso alla terza mozione, a firma del Consigliere Giampietro, sul tavolo tecnico per l’insediamento urbanistico delle stazioni radiobase,
Prego Consigliere.

GIAMPIETRO
Grazie Presidente.
Anche molto rapidamente, questa è una mozione che nasce da un incontro pubblico che si è svolto il 2 maggio nella sede della Circoscrizione Colli alla presenza di tutti i candidati Sindaco, nel quale appunto …

PRESIDENTE BLASIOLI
È vero, Consigliere Giampietro se può alzare un pachino la voce, e pregherei gli altri Consiglieri in aula di allontanarsi dall’aula, perché non si sente, veramente si ha molta difficoltà questa mattina.
Grazie.

GIAMPIETRO
Grazie Presidente, cerco di alzare un po’ la voce. Dicevo che questa mozione è anche il frutto di un incontro pubblico che si è svolto il 2
maggio con tutti i candidati Sindaco, allora chiaramente, che hanno sottoscritto un documento con un comitato di zona che si batteva contro la realizzazione di una specifica antenna di telefonia mobile, che era quella di Valle Furci, che appunto chiedeva una possibilità di rivedere il Regolamento che sovrintende, come dire, alla realizzazione di queste antenne di telefonia mobile. Chiaramente parliamo di antenne dei cellulari.
Fondamentalmente il Comune di Pescara, dal 2004 ha un suo Regolamento che è per allora chiaramente particolarmente innovativo, che consentiva la realizzazione di queste antenne con dei piani annuali che tutti gli anni devono essere in qualche modo redatti. Ora, questo Regolamento per quanto allora particolarmente innovativo non ha recepito delle novità che sono arrivate dopo, come quella della Vas che è stata recepita successivamente dallo Stato Italiano, e di conseguenza crediamo che sia necessario in qualche modo provvedere ad una revisione di quel Regolamento, sia perché è diritto dei cittadini appunto partecipare, anche alle scelte che vengono compiute in questo senso, sia perché comunque c’è un dibattito in corso anche sulla tutela della salute, ma non è questo il caso che dobbiamo appunto qui affrontare, ma soprattutto diciamo perché c’è l’esigenza da parte della città di partecipare in maniera più attiva a queste decisioni. Sicuramente l’inquinamento elettromagnetico è uno dei problemi che il futuro dovrà in qualche modo affrontare, noi vogliamo in qualche modo provare già da adesso a mettere delle regole più chiare e più precise da questo punto di vista, c’è stato già un incontro alcuni giorni fa con l’Assessore Paola Marchegiani che ringrazio pubblicamente per la sua disponibilità, insieme con il Dirigente Silveri, e si è preso atto comunque c’è bisogno di una revisione di questo Regolamento per procedere in qualche modo ad un aggiornamento di queste normative che sono oggi in vigore. Di conseguenza chiediamo che venga costituito un tavolo tecnico il più partecipato possibile, anche con i comitati, con i portatori di interessi, con gli stakeholder, per arrivare a delle regole condivise che possa consentire alla città di fare un passo avanti, di recepire le nuove normative, di rendersi protagonista di una fase partecipata importante perché crediamo che, fissate le regole con cui vengono insediate queste antenne, si possa procedere ad una gestione più serena della partita. Sicuramente un altro punto che dobbiamo tener conto è il fatto che la tecnologia che chiaramente queste antenne trasportano, è in continua evoluzione, quindi è anche necessario un aggiornamento di questo aspetto, quindi sicuramente è un problema che va affrontato, devo anche ringraziare il Presidente della Commissione Ambiente Perfetto che si è reso disponibile, con la Commissione, a lavorare su questo tema e di intesa con l’Assessore, se ha pensato di portare in Consiglio questa mozione chiaramente per dare un peso specifico più forte a questa volontà, in modo che anche dal mese di settembre si possa istituire questo tavolo, ripeto, il più partecipato possibile, per definire le regole e provare ad introdurre anche a Pescara una buona prassi di maggiore partecipazione, di innovazione anche della tutela ambientaI e e del patrimonio paesaggistico. Grazie.

PRESIDENTE BLASIOLI
Grazie Consigliere Giampietro.
Non ci sono altri iscritti a parlare sulla mozione.
Prego Consigliere Mascia.

ALBORE MASClA
Grazie Presidente.
Ringrazio il Consigliere Giampietro per questa mozione perché mi sembra, intanto tempestiva rispetto ad una serie di impegni che avevamo assunto in campagna elettorale tutti noi candidati Sindaco, in un incontro, credo lo ricorderà sia il Consigliere Testa, lo ricorderà quell’incontro la Consigliera Sabatini, promosso proprio da quella Associazione che si è formata spontaneamente all’indomani della realizzazione o meglio della realizzazione in nuce di un’antenna in via Valle Furci. Mi preme anche ricordare con un pizzico di orgoglio che, in quella occasione, a fronte dell’autorizzazione che fu concessa dagli uffici, i quali hanno una competenza tecnica, dal momento che la politica può assumere iniziative come quella promossa dal Consigliere Giampietro ma non può entrare in assenza di norme o regolamentazione nel merito delle questioni tecniche, l’Amministrazione guidata dal sottoscritto, bloccò immediatamente, per quanto di sua competenza, la realizzazione di quel manufatto, di quel sito tecnologico che mi pare un gestore molto noto aveva promosso in via Valle Furci. Nacque questo comitato spontaneo, noi intraprendemmo anche delle azioni di carattere amministrativo giudiziale nei confronti di quel gestore, siamo riusciti a neutralizzare, non perché siamo pregiudizialmente contrari ai gestori, tutti facciamo uso di telefonia cellulare, tutti utilizziamo la tecnologia, e di questo ne siamo consapevoli tutti, però proprio perché mi pare che Giampietro colga nel segno, proprio perché manca una regolamentazione organica anche a livello comunale, soprattutto la questione importante è quella della continua mutevolezza della normativa generale anche in campo europeo, siamo riusciti a neutralizzare quella iniziativa in attesa poi di fare le verifiche. In quell’incontro dei candidati a Sindaco tutti quanti, credo, all’unanimità, vero collega Sabatini, assumemmo un impegno di affrontare la questione, funditus, all’indomani delle elezioni, e quindi proprio con questo tipo di iniziativa. lo la rafforzo ulteriormente, raccomandando al Sindaco, che non è presente, quindi mi avvalgo dell’ anni presente invece Vice Sindaco, faccio una raccomandazione affinché sia in effetti dato seguito tempestivamente a questo problema, e venga affrontato in maniera determinata, coinvolgendo inostri uffici legali che sono, per quanto verificato in questi anni estremamente competenti e volitivi, e quindi arrivando magari poi con il contributo anche dell’Assessorato, dell’Assessore, delle Commissioni Consiliari, effettivamente a rendere conferente e congruo anche lo strumento di pianificazione e di regolamentazione anche della città di Pescara, come è accaduto in passato per le antenne, accadde in passato per le antenne radiotelevisive, è aperta ancora, più che mai, la questione di San Silvestro, su cui anche io già in Commissione ho auspicato, in Commissione Ambiente, che ci sia già un programma per affrontare questa questione che, dal mio punto di vista, ha fatto passi in avanti notevoli in questi anni, almeno dal punto di vista formale, manca ovviamente la definizione della questione più importante, quella di fatto, cioè della eliminazione dei miei tralicci, ma ci sono, dal mio punto di vista anche con la collaborazione della Regione, tutti i presupposti perché si possa pervenire anche a quel risultato storico, cioè dì liberare San Silvestro da quei ripetitori. Questa mozione mi sembra un passo in avanti rispetto a quell’altra problematica che non è certamente meno importante, e quindi per queste ragioni io annuncio convintamente il voto favorevole del Gruppo di Forza Italia avendone avuto delega dal mio Capogruppo Marcello Antonelli.

PRESIDENTE BLASIOLI
Grazie Consigliere Mascia, ha chiesto la parola la Consigliera Sabatini.

SABATINI
Anche noi come Movimento 5 Stelle voteremo a favore perché ci ritroviamo in quelli che sono gli aspetti che sono stati appunto descritti, anche moltissimi elementi anticipati dal Consigliere Mascia che, come ricordava, proprio in quella occasione, il 2 maggio, votammo tutti favorevolmente nella direzione auspicata. Nello specifico perché effettivamente è necessario, auspicabile una regolamentazione, appunto come veniva sottolineata, che ad oggi manca, e soprattutto un aspetto che ci trova totalmente d’accordo è la partecipazione dei cittadini. Sia in quella occasione, quindi in relazione alla problematica dei colli, sia in relazione alla problematica di San Silvestro noi ci siamo attivati già da molto tempo, senza dover qui adesso ripercorrere il nostro percorso, ed è però una battaglia che ci trova totalmente in accordo. Un aspetto fondamentale che vorrei aggiungere, visto che è stato già sottolineato tutto è la necessità di garantire una percezione di sicurezza nei cittadini, perché almeno l’elemento che noi abbiamo ravvisato, sia in quella problematica e sia in quella dei colli, è proprio questa mancanza di percezione di sicurezza e che i cittadini vivono, e che va ad inficiare moltissimo la qualità della vita, arrivando ad un coinvolgimento talmente elevato e totale che porta i cittadini ad auto organizzarsi. Crediamo infatti che l’Amministrazione debba in qualche modo prendere queste motivazioni e queste dinamiche e guidare i cittadini in un percorso che vada a rassicurarli, perché è un aspetto fondamentale che non dobbiamo trascurare. Quindi voteremo a favore per le motivazioni dette e anche per questi aspetti.

PRESIDENTE BLASIOLI
Grazie Consigliera Sabatini.
Ha chiesto la parola il Consigliere Seccia, il Vice Presidente Seccia, prego.

SECCIA
Grazie Presidente, anch’io mi unisco agli interventi fatti dal Consigliere Luigi Albore Mascia, dalla candidata Sindaco Sabatini circa queste problematiche riguardanti l’elettromagnetismo quindi vedo con favore questa mozione, sottolineando quello che ha già espresso il Consigliere Luigi Albore Mascia, ex Sindaco di Pescara, dove ci ha visti protagonisti in più riprese in visite ovviamente istituzionali presso gli enti preposti per cercare di risolvere questa soluzione che ha fatto sicuramente formalmente passi molto in avanti. Noi siamo stati cinque volte a Roma, ricorso le trasferte presso l’ex Ministro Romani, al Capo di Gabinetto Selli, dove hanno partecipato anche rappresentanti dei cittadini, delle Associazioni che vanno ad avversare questa problematica riguardo all’elettromagnetismo, e quindi un tavolo sicuramente con la partecipazione della cittadinanza e uno strumento per condividere quella che è un po’ la linea diciamo dell’Amministrazione proprio nell’ottica di ciò che è stata la campagna elettorale, oramai chiusa, dei candidati Sindaci, e quindi un modo per dire, stiamo continuando, indipendentemente dalle appartenenze di carattere politico, ci interessa l’atto amministrativo finale che è quello conclusivo.
Quindi vediamo sicuramente con favore questa mozione.
Grazie.

PRESIDENTE BLASIOLI
Grazie Consigliere Seccia, Capogruppo Testa, prego.

TESTA
Grazie Presidente, buongiorno ai colleghi Consiglieri e ai rappresentanti della Giunta. Il mio intervento è solo per confermare, da parte del Gruppo del Nuovo Centro Destra il voto ovviamente favorevole, un voto convinto, plaudo all’iniziativa del Consigliere Giampietro che segue un po’, porta avanti un’attività che è stata intrapresa negli ultimi cinque anni, un’attività difficile importante, che ci vede ancora nel rinseguire questo problema, il problema dell’elettromagnetismo, delle antenne, un problema sentito, di difficile risoluzione, non solo sul nostro territorio ma su altri territori. È importante la presenza dell’Assessore Paola Marchegiani perché spesso poi le mozioni, anche le interrogazioni, trovano il tempo che trovano, difficilmente poi vengono portate avanti. Questa è una mozione importante, molto sentita, non solo da quella parte della cittadinanza ma dall’intera cittadinanza, quindi sarà fondamentale, non solo il voto favorevole unanime dell’intero Consiglio Comunale ma sarà fondamentale che l’ente pubblico comune, unitamente agli altri enti pubblici che sono interessati da questa problematica, la portino avanti con grande lena, e che da parte nostra ci sia un monitoraggio non dico mensile, ma quanto meno trimestrale o semestrale sull’andamento di questa problematica, per evitare che poi nei prossimi anni ci siano altre interrogazioni, mozioni, altre iniziative estemporanee. Sicuramente ci siamo portati avanti con il lavoro, anche io da Presidente della Provincia mi sono fatto carico in buona parte di questa problematica, anch’io sono stato più volte a Roma, però ripeto, siamo ancora lontani benché sia stato fatto già un lavoro preparatorio. Quindi andiamo avanti spediti e monitoriamo questa problematica. Grazie.

PRESIDENTE BLASIOLI
Grazie Presidente Testa, ha chiesto la parola il Consigliere Rapposelli, prego.

RAPPOSELLI
Grazie Presidente, io volevo offrire il mio contributo sull’argomento visto che in Commissione ne avevamo già parlato, anche se in maniera non così approfondita come invece è stato posto oggi in questa mozione. lo credo che l’argomento sia di strettissima attualità, ma non solo oggi nel 2014, ma già a partire da diversi anni. Come hai detto tu, giustamente, noi abbiamo un Regolamento dal 2004, un Regolamento che non tiene conto evidentemente delle zone di rispetto che sono state già decise dal Consiglio Comunale già a far data da 10 anni, anche nella mozione l’unica cosa che ho notato, che avrei magari anche sottolineato, al di là degli aspetti paesaggistici e non solo c’è anche il rispetto, manco a dirlo, di noi, cioè della popolazione, perché non sappiamo, così come abbiamo rilevato insieme al Consigliere Natarelli, qual è l’incidenza di queste onde elettromagnetiche sulle nostre persone, e meno che meno addirittura sui bambini. Ci sono delle zone di rispetto che vanno assolutamente rispettate, e parlo delle vicinanze in luoghi sensibili, che sono gli ospedali, che sono le scuole, soprattutto materne e scuole elementari, ove le antenne dovrebbero essere assolutamente proibite e inibite. Purtroppo ciò non accade, non accade non so se per una questione di carenza di controlli o per una diciamo maglia troppo larga dei nostri uffici nella concessione delle autorizzazioni. lo suppongo che sia questo, perché tempo fa me ne occupai a livello professionale di questo argomento, di questa questione, e vedo che purtroppo, quando si parla di onde, quando si parla di permessi, gli uffici comunali si limitano, tra virgolette, e questo è il loro compito, a certificare delle relazioni fornite già dall’Arta, non credo che l’Arta effettui i dovuti controlli per quanto riguarda le immissioni, per quanto riguarda i limiti minimi e massimi, e credo che un approfondimento sotto questo punto di vista sia assolutamente indispensabile, proprio in virtù anche della materia che è una materia oggi ancora un po’ sconosciuta, perché non sappiamo quale può essere l’influenza negativa delle onde elettromagnetiche sulla nostra persona, al di là dell’aspetto ambientale che mi trova assolutamente d’accordo su tutto. Però questo è un aspetto molto importante, in relazione alla vicinanza di molte antenne delle scuole elementari. Noi ne abbiamo una che non è un’antenna, è un traliccio, al di là del problema che c’è notorio a San Silvestro, ce n’è uno al centro di Pescara che è su via Milano e via Genova, che sta a meno di sessanta metri, in linea d’aria, da una scuola elementare e una scuola materna, che sono le scuole di via Milano, e io credo che questo sia un argomento assolutamente importante da trattare. In passato sono state negate autorizzazioni su via Gioberti su condomini, che purtroppo, questo è un argomento importante perché spesso e volentieri i condomini concedono le autorizzazioni, perché per i condomini e per i proprietari è un motivo di lucro, perché installare una stazione radiobase su un lastrico solare o su un tetto è assolutamente remunerativo per un condominio, ma poi dopo non si tengono in debita considerazione le conseguenze dannose di questi manufatti. Quindi manco a dirlo, lo ha già detto il Consigliere Mascia, il nostro Gruppo voterà in senso positivo e ovviamente anche il sottoscritto. Grazie.

PRESIDENTE BLASIOLI

Grazie Consigliere Rapposelli, non ci sono altri iscritti a parlare sulla mozione.

Apriamo la votazione.
Consiglieri si vota.
Chiudiamo la votazione.
Consiglieri presenti: 28
Voti favorevoli: 28
Voti contrari: O
Voti astenuti: O
La mozione è approvata.

Share This:

Rispondi al Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>