Pages Menu
RssFacebook

Postato on mag 26, 2015 in manifestazioni | 0 commenti

“No ad Ombrina: l’Abruzzo oggi ha fatto sentire la sua voce”

Fonte: www.zonalocale.it

In migliaia alla manifestazione contro le trivellazioni petrolifere

A cura di Giuseppe Ritucci

Come due anni fa a Pescara  l’Abruzzo è sceso in piazza per dire “no” alle trivellazioni petrolifere in Adriatico. Il progetto al centro dell’attenzione è quello di Ombrina Mare, ma la manifestazione che ha visto migliaia di persone arrivare a Lanciano da tutta la regione e non solo ha voluto esprimere la volontà di un popolo di preservare il proprio territorio. Il lungo corteo ha preso il via dalla zona industriale, percorrendo il lungo viale Cappuccini fino ad arrivare in piazza Plebiscito. Secondo gli organizzatori erano 60mila i partecipanti, la polizia ne ha stimati 40mila. Anche facendo la media tra le due cifre resta comunque una mobilitazione di popolo importante, con quasi 500 tra associazioni, enti e comitati che hanno aderito alla giornata lancianese, per dire a gran voce al governo Renzi di “bloccare Ombrina e gli altri progetti petroliferi”.

 

Cartelli, slogan e musica hanno accompagnato la lenta marcia lungo le strade lancianesi.Tante famiglie con i bambini, tantissimi i giovani, in un clima pacifico e gioioso. Sono arrivati da tute le città d’Abruzzo, chi in bici, qualcuno a piedi, come i rappresentanti dell’associazione Cammino di San Tommaso di Ortona. Tutti per gridare a gran voce il loro ‘no’ all’estrazione di petrolio nel mare Adriatico.  A Lanciano c’era anche don Maurizio Patriciello, parroco a Caivano, nella Terra dei Fuochi. “Sono venuto a dare la mia solidarietà a un popolo antichissimo e nobile che ha il diritto di vivere con le sue risorse non calpestato da nessuno. Gente di cuore che non sopporta soprusi. Qui si dovrebbe parlare di salva Italia più che di sblocca Italia”.

 

“L’Abruzzo ha fatto sentire di nuovo forte la sua voce – ha commentato il delegato regionale del WWF, Luciano Di Tizio- . Non si potrebbe in alcun modo comprendere una decisione a livello nazionale in contrasto con la volontà democraticamente manifestata da un’intera regione“. Sul palco di piazza Plebiscito, prima che la pioggia battente avesse la meglio, ci sono stati gli interventi degli organizzatori. Tra questi il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, in fascia tricolore come tanti suoi colleghi. “Sono al governo con Renzi – ha detto Pupillo – ma non per questo condivido integralmente tutte le scelte che vengono fatte. Quella di oggi è una grande partecipazione festosa per dire un secco no all’insediamento di Ombrina che non è contrattabile. Lo dico anche al nostro governo regionale: fate una delibera chiara che esprima la contarietà ad Ombrina”. In molti dal Vastese hanno raggiunto Lanciano per partecipare alla manifestazione tra amministratori, appartenenti a partiti, movimenti, associazioni e semplici cittadini.

Share This:

Rispondi al Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>