Pages Menu
RssFacebook

Postato on giu 8, 2015 in elettrosmog, salvaguardarsi | 0 commenti

Elettrosmog e bambini: progetto pilota a Udine, primo in Europa

Elettrosmog e bambini: progetto pilota a Udine, primo in Europa

Fonte: www.ilfriuli.it

Il professor Mario Canciani coordina una ricerca sugli effetti delle onde elettromagnetiche sui piccoli: tra due mesi i risultati

Quali sono gli effetti dell’elettrosmog sui bambini? E’ questa la domanda alla quale il progetto pilota ‘WiFi nelle scuole di Udine’, primo del genere in Europa, vuole rispondere. L’indagine, coordinata dal responsabile del Servizio di allergo-pneumologia della Clinica pediatrica dell’Università di Udine, Mario Canciani (nella foto), e presentata oggi alla scuola Alberti, è effettuata su 270 bambini di 7 scuole, 135 che studiano in un istituto dotato di collegamenti wireless, 135 dove tale tipo di connessione è assente. Ogni alunno è stato dotato per qualche giorno di dosimetro, un particolare dispositivo in grado di misurare il livello di elettromagnetismo e di registrare l’esposizione alle onde elettromagnetiche durante tutto l’arco della giornata.

Inoltre, alla famiglia del piccolo è affidato un diario nel quale annotare eventuali sintomi riconducibili a esposizioni chimiche o elettromagnetiche. Così, sotto la lente finiranno tutti i dispositivi (dal sistema wifi per la connessione del singolo computer, i cui pericoli derivano non dall’intensità del segnale ma dalla continuità nell’esposizione, alle antenne per cellulari, dove l’intensità conta maggiormente) con le quali il bambino può venire a contatto. L’immensa mole di dati così raccolta sarà poi analizzata da statistici medici imparziali e i risultati, attesi in 10 regioni italiane che hanno intenzione di replicare l’esperimento, saranno resi pubblici tra un paio di mesi.

Share This:

Rispondi al Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>